100 Parcels
Apple Store
    

Apple Store - Tracciare Pacco e Spedizione

Tenete traccia dei pacchi e delle spedizioni Apple Store con il nostro servizio gratuito! Tutto quello che dovete fare per rintracciare il vostro pacco è inserire il numero di tracking, e poi il servizio saprà la sua posizione in tempo reale.

Come posso tracciare il mio pacco Apple Store con 100Parcels.com?

  1. Scoprite il numero di tracking del vostro pacco;
  2. Inserisci il numero di tracking del tuo pacco nel campo in alto nella pagina;
  3. Attendere che il servizio controlli i dati del pacco, non ci vorrà molto;
  4. Guardate i risultati della ricerca e condivideteli con i vostri amici sui social network;
  5. Se inserisci il tuo indirizzo e-mail, possiamo inviarti automaticamente i cambiamenti di stato del tuo pacco senza la tua partecipazione.

Apple Store - informazioni sul negozio online

Apple Store è una catena di negozi al dettaglio di proprietà e gestita da Apple Inc. I negozi vendono vari prodotti Apple, tra cui personal computer Mac, smartphone iPhone, tablet iPad, lettori multimediali portatili iPod, orologi Apple Watch, lettori multimediali digitali Apple TV, software e accessori selezionati di terze parti.

I primi Apple Store sono stati originariamente aperti come due sedi nel maggio 2001 dall'allora amministratore delegato Steve Jobs, dopo anni di tentativi ma fallimenti di store-within-a-store. Vedendo la necessità di migliorare la presentazione al dettaglio dei prodotti dell'azienda, nel 1997 ha iniziato uno sforzo per rinnovare il programma di vendita al dettaglio per ottenere un miglior rapporto con i consumatori e ha assunto Ron Johnson nel 2000. Jobs ha rilanciato il negozio online di Apple nel 1997 e ha aperto i primi due negozi fisici nel 2001. I media inizialmente ipotizzavano che Apple avrebbe fallito, ma i suoi negozi hanno avuto un grande successo, superando i numeri di vendita dei concorrenti per i negozi vicini e nel giro di tre anni hanno raggiunto il miliardo di dollari di vendite annuali, diventando il retailer più veloce della storia a farlo. Nel corso degli anni, Apple ha ampliato il numero di punti vendita al dettaglio e la sua copertura geografica, con 506 negozi in 25 Paesi in tutto il mondo a partire dal 2018. Le forti vendite di prodotti hanno collocato Apple tra i negozi al dettaglio di alto livello, con un fatturato di oltre 16 miliardi di dollari a livello globale nel 2011.

Nel maggio 2016, Angela Ahrendts, l'attuale Senior Vice President of Retail di Apple, ha presentato un Apple Store significativamente ridisegnato in Union Square, San Francisco, con grandi porte a vetro per l'ingresso, spazi aperti e stanze rebranded. Oltre all'acquisto dei prodotti, i consumatori possono ricevere consigli e aiuto dai "Professionisti della creatività" - individui con una conoscenza specialistica delle arti creative; ottenere supporto per i prodotti in un Genius Grove alberato; e partecipare a sessioni, conferenze ed eventi comunitari, con Ahrendts che commenta che l'obiettivo è quello di trasformare gli Apple Store in "piazze cittadine", un luogo dove le persone si incontrano e trascorrono il tempo in modo naturale. Il nuovo design sarà applicato a tutti gli Apple Store del mondo, un processo che ha visto i negozi trasferirsi temporaneamente o chiudere.

Molti Apple Store si trovano all'interno di centri commerciali, ma Apple ha costruito diversi flagship store indipendenti in luoghi di alto profilo. Ha ottenuto brevetti di design e ha ricevuto riconoscimenti architettonici per il design e la costruzione dei suoi negozi, in particolare per l'uso di scale e cubi in vetro. Il successo degli Apple Stores ha avuto un'influenza significativa sugli altri rivenditori di elettronica di consumo, che hanno perso traffico, controllo e profitti a causa della percezione di una maggiore qualità del servizio e dei prodotti degli Apple Stores. La notevole fedeltà del marchio Apple tra i consumatori provoca lunghe code di centinaia di persone alle aperture di nuovi Apple Store o all'uscita di nuovi prodotti. A causa della popolarità del marchio, Apple riceve un gran numero di domande di lavoro, molte delle quali provengono da giovani lavoratori. I dipendenti dell'Apple Store ricevono uno stipendio superiore alla media, ricevono denaro per l'istruzione e l'assistenza sanitaria e ricevono sconti sui prodotti; tuttavia, esistono percorsi di avanzamento di carriera limitati o inesistenti. Un rapporto del maggio 2016 con un dipendente anonimo del retail ha evidenziato un ambiente di lavoro ostile con molestie da parte dei clienti, intense critiche interne e la mancanza di bonus significativi per l'ottenimento di importanti contratti commerciali.

Molti Apple Store si trovano all'interno di centri commerciali, ma Apple ha costruito diversi flagship store indipendenti in luoghi di alto profilo, come quello situato nel Grand Central Terminal di New York City. Diversi negozi su più livelli sono dotati di scale in vetro, e alcuni anche di ponti in vetro. Il New York Times ha scritto nel 2011 che queste caratteristiche facevano parte della grande attenzione per i dettagli dell'allora Direttore Generale Steve Jobs, e Apple ha ricevuto un brevetto di design nel 2002 per il design delle scale in vetro. Storicamente, Apple ha collaborato con lo studio di architettura Bohlin Cywinski Jackson nella progettazione e creazione dei suoi negozi originali e negli ultimi anni ha collaborato con lo studio di architettura Foster + Partners nella progettazione dei suoi nuovi negozi, così come del campus aziendale Apple Park.

Apple ha ricevuto numerosi riconoscimenti architettonici per il design dei suoi negozi, e il suo cubo di vetro "iconico", progettato in parte da Peter Bohlin, presso il negozio Apple Fifth Avenue di New York City, ha ricevuto un brevetto separato per il design nel 2014.

Ron Johnson ha ricoperto la carica di Senior Vice President of Retail Operations dal 2001 al 1° novembre 2011. Durante il suo mandato, è stato riferito che mentre Johnson era responsabile della selezione del sito, del servizio all'interno del punto vendita e del layout del negozio, l'inventario era controllato dall'allora-COO e ora-CEO Tim Cook, che ha un background nella gestione della supply chain. Nel gennaio 2012, Apple ha trasferito la leadership del retail a John Browett. Tuttavia, dopo i tentativi di tagliare i costi, tra cui la riduzione delle nuove assunzioni e la limitazione delle ore di personale, è stato licenziato dopo sei mesi, dicendo in seguito a una conferenza che "non si adattava al modo in cui gestiscono l'attività". Nell'ottobre 2013, Apple ha assunto Angela Ahrendts da Burberry.